Norme doganali per il viaggio in Burundi

Last modified: Settembre 4, 2023
Siete qui:
Tempo di lettura stimato: 3 min

Regolamenti doganali

Gli atti omosessuali sono criminalizzati dal 2009. Le pene prevedono una condanna a una pena detentiva compresa tra i tre mesi e i due anni e un’ammenda, anche se finora non sono stati avviati procedimenti giudiziari. Le persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT) non sono affatto accettate nella cultura locale.

Sono previste pene severe per i reati di droga.

Documenti richiesti

  • Copia del passaporto
  • Lettera di assunzione
  • Lista di imballaggio originale
  • Polizza di carico originale (OBL) – non è accettato il rilascio espresso / lettera di vettura aerea (AWB)
  • Fattura di trasporto o OBL con indicazione delle spese di trasporto
  • Inventario originale valutato, in inglese o francese, datato e firmato dal proprietario dei beni.
  • Fattura per articoli elettrici ed elettrodomestici
  • Copia del visto del Burundi per beneficiare dell’esenzione
  • Certificato di libero ingresso del Ministero degli Affari Esteri (diplomatici)

Informazioni specifiche

  • Tutti i documenti devono essere forniti all’agente prima dell’arrivo della spedizione per ottenere l’autorizzazione all’esenzione doganale.
  • Se il proprietario della merce lavora per una ONG, un’ambasciata o un’organizzazione internazionale, su tutte le spedizioni diplomatiche si applica una “taxe de voirie” pari allo 0,85% del valore CIF.
  • Tutti gli articoli domestici usati per spedizioni non diplomatiche sono soggetti a dazi e tasse di importazione pari a circa il 7,5% del valore CIF.
  • Tutte le nuove merci domestiche per spedizioni non diplomatiche saranno soggette a dazi e tasse come qualsiasi altra merce commerciale.
    • I dazi medi sono pari a circa il 40% del valore CIF.
      • Movimentazione 4% Valore CIF
      • Imposta sulle transazioni 17% di (CIF + dazi + movimentazione)
      • Abbigliamento 40% CIF
      • Alimenti 40% CIF
      • Mobili 40% CIF
      • Effetti personali 25% CIF
  • I diplomatici devono ottenere un certificato di libero ingresso dal Ministero degli Affari Esteri.

In caso di concessione, il proprietario della merce sarà tenuto a pagare solo l’imposta statistica, pari all’1,5% del valore CIF.

Articoli soggetti a dazio

Importazione gratuita di:

  • 250 grammi di prodotti del tabacco;
  • 1 litro di bevanda alcolica

Gli alcolici (solo “Fond de Cave”) sono ammessi e sono duty free (massimo 20 bottiglie).

Se il valore è superiore a 500 USD, sarà richiesta un’ispezione pre-spedizione e una licenza di importazione.

Se si importano cani o gatti nel Paese, è necessario anche un certificato sanitario veterinario. Sarà inoltre necessario un certificato di vaccinazione antirabbica del Paese d’origine.

Esportazione gratuita di regali e souvenir di viaggio con un valore fino a BIF 300

Articoli proibiti

  • Armi da fuoco e munizioni (è necessaria l’autorizzazione dell’amministrazione territoriale)
  • Apparecchiature di trasmissione
  • Droghe illegali
  • Armi, esplosivi e munizioni
  • Coltelli e armi letali
  • Piante e prodotti vegetali
  • Carne e prodotti a base di carne
  • Materiali pericolosi
  • Denaro e merci contraffatti
  • Materiale pornografico

Varie (Animali domestici, motori e altri.)

Regolamenti sulle armi e le munizioni:

Non è consentito importare armi e/o munizioni.

Fauna e flora selvatiche:

L’importazione di alcune specie di piante, animali vivi e loro prodotti in via di estinzione è vietata o limitata dalla CITES.

Animali domestici:

Cani e gatti richiedono:

  • un certificato sanitario veterinario rilasciato dal punto di origine non più di 15 giorni prima della partenza; e
  • un permesso di importazione.

All’arrivo viene effettuata un’ispezione veterinaria. Il certificato sanitario deve indicare: paese di origine, nome e cognome e indirizzo del proprietario, specie e sesso dell’animale, che l’animale è esente da zecche e non è stato esposto a malattie contagiose.
Il certificato sanitario deve indicare che sono stati vaccinati contro la rabbia:

  • oltre un mese ma meno di 12 mesi prima della partenza, se si tratta di una persona attivata o di un Kelev
    è stato utilizzato un vaccino, oppure
  • 36 mesi prima della partenza se è stato utilizzato un vaccino avianizzato (Flury).

Regole per lo sdoganamento dei bagagli:

Lo sdoganamento dei bagagli avviene nel primo aeroporto di ingresso in Burundi.

Esente: bagaglio dei passeggeri in transito con destinazione al di fuori del Burundi, se i passeggeri non lasciano la zona di transito.

Valuta

Regolamenti sull’importazione di valuta:

Valuta locale (franco burundese-BIF): nessuna restrizione.
Valute estere: fino a 10.000 USD.

Valuta Regolamenti di esportazione:

Valuta locale (franco burundese-BIF): nessuna restrizione.
Valute estere: fino a 10.000 USD.

Veicoli a motore

Documenti richiesti

  • Carta di circolazione originale
  • Copia del passaporto
  • Fattura di acquisto originale
  • OBL

Informazioni specifiche

  • L’OBL deve indicare il numero di telaio, il numero di motore, la cilindrata, l’anno di fabbricazione, la marca e il modello.
  • L’importazione di un’auto di più di 8 anni non è consentita in Burundi.
    • In caso di importazione, è prevista una multa di 1.000 dollari da pagare alla dogana.
  • Le aliquote del dazio sulle autovetture sono le seguenti:
    • Diplomatico 1% di spese di gestione
    • Veicolo con più di 10 passeggeri 15% CIF
    • Veicolo turistico Tra il 40% e il 100% CIF
    • Movimentazione 4% valore CIF
    • Imposta sulle transazioni 17% di (CIF + dazi + movimentazione)
Was this article helpful?
Dislike 0
Views: 2
Previous: Informazioni di viaggio sul Burundi
Next: Scheda del viaggiatore per il Burundi
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright - World Baggage Network